informATISB

GIORNATA INTERNAZIONALE DEL VOLONTARIATO

Il giorno 5 dicembre è la “giornata internazionale del Volontariato”, istituita nel 1985 con la risoluzione 40/212 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ovvero un contesto “importante”….

Come importante (molto) è dire GRAZIE alle tante persone (i nostri “Volontari”), che hanno agito negli ultimi mesi e continuano a farlo, a favore di ATISB, cioè a favore di TUTTI. Proviamo a fare un elenco di nomi, scusandoci in anticipo su eventuali dimenticanze (dovute unicamente alla memoria, non certo al cuore), per farli uscire, almeno una volta, alla ribalta: Direttivo Giovani nel suo insieme, Direttivo ATISB, Giovanni, Ditta Gamberini, Dino, Anna, Antonella, Nando, Gianna, Liliana, Marzia, Mauro. Chiara N., Valentina, Alessandro M., Alfredo, Dora, Cristina, Maurizio, Laura, Enrico, Angelica, Chiara, Arianna, Eleonora, Francesca, Rodolfo, Efisio, Luca, Alberto, Studio Serventi, Michela………

PRIVACY

Si ricorda l’importanza di far pervenire in Associazione, la dichiarazione firmata in merito alla “privacy”, inviata a tutti già da tempo. E’ un piccolo incomodo per ciascuno, ma rappresenta comunque  un obbligo di legge per ATISB. Grazie della collaborazione.

ADESIONI ALLE INIZIATIVE

Si ritiene utile ricordare alcune piccole “regole”, in esito alla “adesione” alle varie iniziative e progetti associativi:

– non sono ritenute valide adesioni espresse via Facebook, ma unicamente per mail (info@www.atisb.it) o per telefono;

– per prendere parte ai progetti più strutturati ed onerosi per l’Associazione (es. viaggi, Casa di Alice, vacanze, percorsi di   formazione…) è obbligatorio essere in regola con il versamento annuale della quota associativa;

– disdette espresse “fuori tempo” possono rappresentare un costo per l’Associazione (e soprattutto risorse sprecate, che potevano essere meglio impiegate), quindi oltre all’impegno “morale” per evitare “danni” alla comunità associativa, non può essere esclusa, per determinate casistiche, la richiesta di pagamento anche in assenza all’iniziativa e/o fruizione del servizio a suo tempo richiesto. Sempre, naturalmente, con il totale rispetto della libertà di scelta di ciascuno e, soprattutto, consapevoli della facilità con cui i nostri figlioli possono incorrere in situazioni impreviste.